Un Trucco per Aumentare la Sicurezza una ROM EOL

Pubblicato da Yuri Carlenzoli | 31 Gennaio 2022

In questo articolo ti dico un trucco, o meglio, una piccola accortezza, per aumentare la sicurezza di una custom ROM Android EOL, ovvero una ROM non più seguita nello sviluppo.

aumentare sicurezza custom rom android

Per vari motivi, tra cui il dispositivo datato che non suscita più l'interesse di sviluppatori, può essere che ci sia la mancanza aggiornamento alla versione successiva della ROM che si utilizza con il proprio smartphone.

Altre ROM potrebbero assere non stabili o non di gradimento, quindi si potrebbe usare una ROM EOL.

Ovvero si userebbe una ROM ("End Of Life"). Che non viene più aggiornata. Quindi che presenta possibili problemi di sicurezza.

Non è un male a prescindere. Come si utilizzano smartphone che non hanno l'ultima versione di Android, se lo smartphone va bene lo si utilizza. Lo smartphone migliore è quello più idoneo alle proprie esigenze.

Altrettanto è vero che aumentare nel possibile la sicurezza di un dispositivo in tutti gli accorgimenti possibili per preservare furti di dati è doveroso. O più comunemente per evitare di avere malware sul telefono.

Maggiore sicurezza con Android System WebView

Android System WebView è l'applicazione di Google che, in poche parole, permette alle applicazioni di accedere a pagine web anche se queste non visualizzano i contenuti dei siti internet nel browser che si ha installato.

Ad esempio, anche se si ha installato Google Chrome, Firefox, Internet Samsung od un altro browser aggiornato all'ultima versione sulla ROM EOL, un'applicazione potrebbe aprire una pagina web (anche infetta, ndr) nel browser di sistema. Nel WebView.

Browser di sistema che non sarebbe aggiornato se la ROM non è più aggiornata da tempo. Quindi non si sarebbe protetti dalle nuove minacce informatiche presenti online.

Impostare Android System WebView come motore di rendering web predefinito

Dato che gli sviluppatori di ROM personalizzate piuttosto che Android System WebView preferiscono versioni Open Source o comunque versioni personalizzate del browser di sistema, dato che la ROM è EOL il browser di sistema non sarà più aggiornato come prima cosa bisognerà installare Android System WebView.

Però, non basta installare Android System WebView dal Google Play Store per poterlo usare come motore di rendering web predefinito.

Farlo non è difficile.

Per poter aprire i contenuti web delle app con Android System WebView (testato con LineageOS 14.1, potrebbe variare leggermente in base la ROM ed alla versione, ndr) basta:

Andare nelle "Impostazioni del telefono", successivamente nelle "Informazioni del telefono" e poi in "Informazioni software" e cliccare 7 volte "Numero build" per attivare le opzioni sviluppatore di Android;

informazioni telefono numero build

Tornare in impostazioni del telefono e cliccare su "Opzioni sviluppatore", nelle opzioni sviluppatore cliccare su "Implementazione di WebView";

Opzioni sviluppatore Implementazione di WebView

Dopo aver installato Android System WebView, se è presente un implementazione di WebView datata basterà selezionare "Android System WebView".

Implementazione WebView

Da com'è possibile vedere dagli screenshot sovrastanti essi non sono stati fatti con LineageOS ma con un Google Pixel dato che il mio vecchio smartphone l'ho dato a mia madre.

A parte questo e le piccole differenze che possono esserci nei nomi delle schermate per abilitare le opzioni sviluppatore - che possono dipendere dalla ROM installata e dalla versione di Android - il procedimento è utilizzabile su tutti gli smartphone Android.

Quindi, a meno che non siano pessime anche in tutte le custom ROM Android.

Non solo, personalmente ho utilizzato questo piccolo accorgimento anche per aumentare la sicurezza della smart box Android.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.