No Self Pings: via il Nofollow dai Ping

Pubblicato da Yuri Carlenzoli | 17 novembre 2009

No Self Pings è un plugin per wordpress che permette di rimuovere i self pingback/trackback su wordpress quindi i nofollow interni al blog, utile per la SEO.

pingback-trackback-follow-nofollow

Quello dei ping interni ad un dominio è un'argomento "delicato" ovvero non c'è certezza sulla loro utilità neanche sul fatto che sono dannosi, No Self Pings è un plugin per wordpress che permette di rimuoverli.

Se non si hanno gli articoli correlati a fondo degl'articoli però questi ping interni vengono utili ai visitatori per trovare contenuti simili, quindi possono aumentare la permanenza sul sito, in questo caso io non li rimuoverei anche se c'è il nofollow si potrebbe pensare di usare Follow Self Pings che è un plugin di wordpress che toglie il nofollow dai pingback/trackback interni.

Anche se si hanno gli articoli simili a fine articolo comunque non c'è certezza che i motori di ricerca google in primis vedano male i pingback/trackback interni con il nofollow, anche se google di recente ha "dichiarato guerra" al nofollow interno al dominio per evitare il PageRank Sculpting, ovvero una tecnica per manipolare il PageRank, però questi link con nofollow li ha sempre visti su piattaforma wordpress ed è ormai abituato quindi non dovrebbe valutarli come dannosi.

Personalmente ho testato Follow Self Pings una settimana ed i motori di ricerca non hanno dato segnali ne positivi ne negativi, ho usato Follow Self Ping perchè No Self Pings non rimuove i vecchi pingback/trackback, restano con il nofollow, però, guardando i blog di due persone a caso 🙂 Matt Cutts ed "il Tagliaerbe", s'intuisce che non c'è certezza, questo è il bello della SEO, ovvero, uno non li usa, l'altro li usa e sono un po dubbioso sul da farsi, al momento ho tolto tutto, aspetto di avere le idee più chiare.

Qui potete fare il download di No Self Pings e qui potete scaricare Follow Self Pings, vuoi li userete?, quale?, rimuoverete del tutto i pingback/trackback interni?

Thanks to image svensonsan.

4 commenti su “No Self Pings: via il Nofollow dai Ping

  1. Tecniche Avanzate di Posizionamento

    In generale, usare il buon senso premia nelle questioni incerte legate al SEO, per esempio, è vero che per via del sempre maggior interesse verso il link Juice ed il Link Scuplting Google abbia iniziato a prendere provvedimenti, ma è pur vero che in molti casi i link nofollow all'interno di un sito sono un MUST! Ci sono delle sezioni, come un carrello o un disclamier o altre pagine e link che sarebbe veramente controproducente lasciare in follow!

    In questo caso quindi si può capire come sia difficile stabilire se i nofollow interni siano dannosi. Non ci sono conferme per quanto sto per dire, ma è solo una cosa che dico per esporre meglio il funzionamento di google in questi casi:

    Quello che può succedere è che in caso in cui un sito faccia un utilizzo "esagerato" di link nofollow interni, sopratutto in relazione alla quantità di link esistenti, allora in tal caso potrebbe scattare una bandierina rossa! Impossibile dunque che da questo possa addirittura scaturire una penalizzazione immediata!

    Per quanto riguarda i link dei post consigliati ed altre applicazioni simili, non mi preoccuperei affatto della cosa!

    Mentre invece una directory di siti, o un Database Domain che fa utilizzo di tecniche un po diverse ed al limite della google-legalità allora le cose potrebbero essere diverse, una bandierina rossa può essere molto fastidiosa in questi casi!

  2. yuri Autore del post

    Mi sono permesso di correggerti 2 errori Gabriele 🙂

    Ovviamente i link del carrello, del login ed altro sono nofollow e magari anche bloccati dal robots, questo tipo di link, come dico a fine post, google dovrebbe sapere che non sono dannosi sempre che abbia un'organizzazione "semantica" il template di wordpress in questo caso, ti posso dire che ho provato a mettere il nofollow a varie funzioni di wp come il "commenta" ed altre e la velocità d'indicizzazione si è abbassata, magari bisogna farlo sin dall'inizio.

    I link dei "post consigliati", "commenti recenti", ecc. ho provato a cercare ma il "rel="comment"" c'è solo per i feed RDF mi sembra, comunque, almeno io non ho lasciato il link pulito 😉

    Ciao e grazie per il commento esaustivo 😉

  3. avvocato del lavoro napoli

    Si dovrebbe togliere il nofollow da tutti i blog per il bene di tutta la comunità, in modo da ottenere più commenti, questo è il mio modesto parere. Poi c'è sempre qualcuno che non vuole toglierlo. Cmq ciao a tutti.

  4. yuri Autore del post

    In teoria è vero, in pratica, purtroppo poi non si gestirebbero più i commenti e la gente commenterebbe solo per ricevere un link non per discutere, chiedere, ecc..

    Ciao avvocato, buone feste,
    Yuri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.