Adblock Plus, AdSense e la Pubblicità

Pubblicato da Yuri Carlenzoli | 14 settembre 2009

Adblock Plus o programmi blocca pubblicità simili, bloccano sia AdSense che altra pubblicità online, sono comodi però potrebbero portare problemi economici.

possibili-problemi-bloccare-pubblicità-online

Prima di fare la mia riflessione su Adblock Plus dico che io penso e continuo a pensare che come il gestore del sito è padrone di inserire pubblicità, chi lo naviga è libero di visualizzarla oppure no, detto questo arrivo subito al nocciolo del problema, ovvero la pubblicità fatta male, se fatta bene, se scelta, bloccata quella brutta e che non sia infastidente non è un problema, anzi, è utile, tutti, io compreso ho comprato qualcosa perché l'ho visto tramite pubblicità.

Al giorno d'oggi tutti vogliono avere un sito od un blog e per colpa di quelli che usano di continuo le parole "guadagnare con internet", come se fosse una passeggiata la gente riempie i siti di pubblicità, e queste danno fastidio, non lo sanno che quelli che dicono così, in primis non si sa neanche se guadagnano loro, poi, a mio avviso cercano di guadagnare con il metodo più semplice di guadagnare online, non tutti sono uguali, però, non possono nascere 100 guru del marketing online al giorno, e, non possono dire di guadagnare quando neanche loro guadagnano, lo dimostrino, spero che continuando a dirlo forse faccio aprire gli occhi a qualche internauta.

Tornando ad Adblock Plus e programmi blocca pubblicità ed al problema che ne potrebbe nascere, un qualsiasi sito web o blog, per mantenere almeno l'hosting ed anche per permettere di "guadagnare" qualcosa al proprietario è costretto ad utilizzare la pubblicità; se non ci fosse pubblicità e relativi ricavi chi scriverebbe più su internet?, non esisterebbe più internet a parte rari casi, ci perderebbero tutti soldi, non ci sarebbe più YouTube, Facebook, Google, ci sarebbe poco e niente!

Quelli che si credono furbi, magari ragazzini e che hanno ascoltato quei guru da 4 soldi che FORSE hanno guadagnato qualcosa sui "furbi" vendendogli le loro false informazioni, credano sia facile, pensano: "apro un sito, lo riempio di pubblicità e ci guadagno", per prima cosa non guardano neanche che pubblicità mettono, tante volte rimanda siti malware, in questo almeno Google avverte che il sito è sospetto e non ci si va, se non si è avvertiti e se si vede un sito lampeggiante pieno di pubblicità si è costretti a bloccarla la pubblicità se proprio si vuole andare su quel sito.

Se continueranno ad esserci persone così sempre più gente userà programmi che bloccano pubblicità, la cosa più scontata che potrebbe avvenire è, che, i siti o blog, come si fa in America già da tempo, qualcuno già lo fa anche in Italia, forse lo farà anche Google News, è che verranno resi disponibili i contenuti più belli a pagamento, così si che guadagneranno i "furbi", non avranno niente da scrivere e non guadagneranno neanche i 0,X euro che facevano, e, purtroppo l'utente che è stato costretto a bloccare pubblicità per non essere infastidito invece di fruire gratuitamente di contenuti dovrà pagare o peggio si dovrà fare l'abbonamento come le riviste cartacee.

Una riflessione finale ed un Consiglio:

Mozilla Firefox definisce "plugin consigliato" Adblock Plus, questo plugin blocca anche la pubblicità di google, però, non è proprio grazie a google (facendo campagne pubblicitarie) che è dovuta una buona parte del grande successo di Firefox?

Bloccate quei siti di cui vi da fastidio la pubblicità e rallenta effettivamente il caricamento delle pagine, negli altri siti potreste trovare anche qualcosa di utile/interessante nelle pubblicità.

Io li metterei tutti nel cestino quei siti inutili, voi come la pensate?

4 commenti su “Adblock Plus, AdSense e la Pubblicità

  1. elisa

    Sono d'accordo con te. il fatto è che molte persone, secondo me giustamente, non possono passare il loro tempo a chiedersi se la pubblicità è buona o cattiva, il sito è affidabile o no, ecc.
    Sarebbe come se io, guardando la televisione, sapessi che ci sono delle trasmissioni 'cattive' che trasmettono della pubblicità pericolosa che mi fa esplodere la tv se la guardo. Hai voglia, lo zapping diventerebbe la regola! 🙂
    E' un esempio un po' estremo, ma rende l'idea. Le persone che navigano evitano la pubblicità non in quanto tale, ma proprio perché hanno paura dei pericoli, perché in passato sono rimaste scottate; quindi la loro mente associa ormai la pubblicità al pericolo (virus, malware, ecc). Prima bisognerebbe fargli capire che non è sempre così, e poi loro dovrebbero abituarsi a vivere la pubblicità sul web come una cosa normale, come la pubblicità della TV, o quasi.

  2. yuri Autore del post

    Il fatto che le persone non possono, o meglio non devono verificare se una cosa è vera è giusto più o meno, dovrebbero farlo per tutelarsi, per me la regolarizzazione di internet sarebbe anche questo, non solo le c***e che pensano siano giuste, sarebbe un servizio utile a tutti.

    Google ed anche altri motori di ricerca (credo non li uso 🙂 ) segnalano quando un sito contiene collegamenti dannosi, dovrebbero fare un filtro per la troppa pubblicità che dice "il sito che stai per visitare contiene eccessiva pubblicità, potrebbe disorientarti", anzi, lo propongo appena mi viene in mente.

    Ciao Elisa!

  3. skydiamond

    La tua riflessione è corretta. Penso però che ci siano dei casi dove i furbi sono coloro i quali costruiscono i siti con il 70% di pubblicità e pochissimi veri contenuti per pagina. Per questi è giusto utilizzare il blocco, soprattutto quando la pubblicità è rappresentata da popup fastidiosi e inutili.

    Per il resto invece è giusto ripagare il tempo perso per la scrittura di un articolo con la visione di pubblicità, oltretutto contestuale. 😉

  4. yuri Autore del post

    Proprio ai quei "furbi" che mi riferisco,
    ho scritto questo post non per dire "guardate la pubblicità del mio blog", ma, per spiegare cosa potrebbe succedere se va avanti così, sperò di aver aperto gl'occhi a qualcuno, bisogna dirle queste cose altrimenti diventa una pattumiera internet.

    Gl'utenti sono ignari, bloccano la pubblicità (hanno ragione, anch'io la blocco perchè su qualche sito è davvero troppa e rallenta tanto) ed alla fine tocca pagare a tutti per colpa di quelli che riempiono internet di lampeggianti o di pubblicità schifezza.

    Ciao skydiamond!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.