Polipo, Cache Locale che Velocizza Internet

Pubblicato da Yuri Carlenzoli | 14 ottobre 2009

Polipo è una cache/proxy locale che velocizza e di molto la connessione ad internet, può essere usato anche navigare in anonimato se usato con Tor ad esempio.

Polipo

Primi di dire i molti vantaggi di Polipo voglio dire l'esperienza personale che ho avuto con Polipo, l'ho installato in 5 minuti (è semplice per tutti), configurato in altrettanti e la connessione è una scheggia, e che già di suo su linux si naviga a meraviglia, se si vuole si può mettere anche su windows, qui mi riferisco a linux perchè io l'ho messo su linux.

Detto che funziona egregiamente dico innanzitutto qualche funzionalità di Polipo che può interessare tutti, ovvero è possibile usare Polipo per tutte le applicazioni, facendo così però se si usa ad esempio la radio in streaming, firefox, Ktorrent contemporaneamente la cache locale sul disco potrebbe rallentare il computer per il troppo lavoro del disco fisso, basta impostare le applicazioni che si vuole, un'altra cosa è che si ha impostato un software per usare polipo e non lo si usa, si può impostare polipo in modo tale che non funzioni come demone (servizio), permettendo così di preservare ulteriori risorse di linux.

Io ad esempio, in questo momento che scrivo sto usando Polipo su firefox e sentendo la radio in streaming tramite la connessione normale, questa funzionalità è molto utile anche agl'utenti alle prime armi con linux, questo perchè se non riuscissero ad installarlo anche se è davvero semplice non succederebbe niente, andrebbe tutto comunque.

Installare polipo come ho già detto è molto semplice, configurarlo altrettanto, io nel repository di slackware
non l'ho trovato, ma, anche se lo trovate consiglio d'installarlo da sorgenti, installandolo da repository potrebbe installare il demone e modificare la variabile di sistema che forzerebbe il sistema ad usare solamente polipo, inibendo la possibilità di scelta.

Io, per installare polipo su slackware ho dovuto solamente digitare i comandi presenti nel file INSTALL, è andato tutto liscio.

Una volta scaricato e scompattato polipo, per installare Polipo, si entra nella directory con la shell (da root), ad esempio, se si ha la cartella di polipo sul desktop si digita cd /root/Desktop/polipo-1.0.4, poi si digitano i seguenti comandi:

make all
make install
man polipo
polipo &

Il programma è già installato, digitando da root il comando mkdir /var/cache/polipo/ si crea la directory che sarà la cache su disco di polipo, digitando in shell polipo lo si avvia, digitando polipo -x si svuotano la cache, del disco e della memoria, è un comando che potrebbe essere impostato anche in crontab, invece, digitando l'indirizzo http://localhost:8123/ nella barra degl'indirizzi del browser si vedrà il manuale locale e si modificheranno le impostazioni.

Per "polipizzare" le applicazioni bisogna configurarle in modo tale che richiedano la connessione alla cache locale creata da polipo e non alla connessione normale, ad esempio, per mozilla firefox, bisogna entrare nelle preferenze di firefox, andare in "avanzate", nella scheda "rete", si preme "impostazioni..." dove vien detto "Determina come firefox si collega ad internet" e bisogna impostare come in immagine:

mozilla-firefox-Polipo

Tutte le molte cose che è possibile fare con polipo, ad esempio navigare in anonimato, oppure offline, regolare le impostazioni dell'utilizzo della cache del disco e della memoria, come filtrare gl' AD Server e tutte le impostazioni anche avanzate potete impararli tramite il manuale locale accessibile via browser.

Qui potete fare il download di Polipo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.