Peppermint Ice, Rivale di Google Chrome OS

Pubblicato da Yuri Carlenzoli | 26 Lug 2010

Peppermint Ice è una nuova distro linux che può essere un duro rivale di Google Chrome OS, è veloce e leggera, non è solo in Cloud.

Peppermint-Ice

Proprio il fatto che Peppermint Ice non è solo in cloud può essere la caratteristica di cui Google Crome OS deve preoccuparsi, infatti oltre a poter accedere istantaneamente ad applicazioni online per fare documenti, navigare, guardare video e molto altro tramite Peppermint Ice si possono installare programmi aggiuntivi da usare in locale.

Volendo anche in Google Chrome OS, o meglio, in Chromium si possono mettere tutti i programmi che si vogliono e/o modificare radicalmente la distribuzione linux visto che è Open Source, però non è molto intuitivo per quello che s’è visto fin’ora, in Peppermint Ice c’è un gestore dei pacchetti invece.

Peppermint-Ice-Menu-Software

Peppermint Ice è una distribuzione linux di neanche 600 MB (da scaricare, non installare) che integra perfettamente tutte le applicazioni in cloud di Google Crome OS però è basata su linux Mint, questo ne garantisce facilità d’utilizzo visto che sono presenti community, anche in italiano.

Peppermint Ice, pur avendo i collegamenti ad applicazioni in cloud quali Pixlr per editare immagini, Facebook, Hulu, Last.FM, Pandora, Seesmic Web per Twitter, The Cloud Player, YouTube, Google Calendar, Google Documenti, Google Mail, Google Reader ha una sorta di sandbox che isola le applicazioni locali con quelle web evitando i crash di entrambe se una delle due dovesse bloccarsi.

I programmi che sono installati di default in Peppermint Ice per funzionare localmente sono Chromium come Web Browser, Drop-Box per gestire il file sharing, Xnoise come player di musica, Ice, X-Chat come client di chat IRC e Trasmission come client BitTorrent, ovviamente se ne potranno aggiungere altre.

Da qui potete fare il download di Peppermint Ice, per installarla sono richiesti almeno un processore i386, 192 MB di memoria RAM e 4 GB sul disco fisso sono più che sufficienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.