Wonder Shaper: Fare il Traffic Shaping Facilmente su Linux

Pubblicato da Yuri Carlenzoli | 22 giugno 2013

The Wonder Shaper è un software per Linux che rende estremamente semplice limitare l'utilizzo della banda da parte di altri su specifiche interfacce di rete.

Simple-Traffic-Shaping-Linux

Limitare la larghezza di banda utilizzata da una rete non è un'operazione destinata, e che può essere utile solamente, a tecnici od a sistemisti esperti, qualsiasi persona può avere la necessità di fare traffic shaping per la propria rete domestica privata oppure anche per la rete lavorativa/aziendale, senza fare difficili configurazioni e senza la necessità di comprare periferiche hardware con The Wonder Shaper se si ha Linux si potrà fare.

Utilità di ridurre la larghezza di banda e come farlo con The Wondershaper

L'utilizzo più scontato di Wondershaper, che è anche quello per cui lo utilizzo e quello che credo possa essere più utile, sia in reti private che aziendali è quello di limitare la banda usata dalla rete wireless, mentre si ha anche la Ethernet connessa e si sta usando internet, infatti, vuoi perché è stato creato un access point che permette di condividere la rete con amici o famigliari, che si abbia un hotspot in ufficio per i clienti o per altri motivi simili può scocciare assai se ci si trova senza banda o con la stessa molto ridotta, basta definire con Wondershaper quanta ne devono utilizzare gli altri ed il resto della banda sarà tutta propria.

In pratica The Wondershaper permette di ridurre l'utilizzo della banda non di un indirizzo IP, di una sotto-rete od altro ma di un'interfaccia di rete, questo lo rende estremamente semplice da usare, la sintassi del suo comando che permette di definire la banda disponibile per un'interfaccia di rete è wondershaper [interfaccia] [velocità download consentita] [velocità upload consentita], le unità delle velocità accettate da The Wonder Shaper sono Kilobits al secondo (kbps).

Per fare un esempio di utilizzo pratico, se sul vostro desktop con Ubuntu dove avete connessa una chiavetta internet USB con cui condivide la connessione via wireless, tutto quello che dovrete fare per limitare l'utilizzo della rete a chiunque è connesso via wireless a 1000 Kb/s in download (1 Mb circa) e 100 Kb/s in upload è:

  • Installare Wondershaper;
  • Identificare semplicemente anche tramite il gestore delle connessioni come il sistema ha nominato l'interfaccia di rete, la prima rete wireless solitamente è "wlan0";
  • Digitare il comando sudo wondershaper wlan0 1000 100, tutto qui.

Una volta che avete deciso di sbloccare il limite della banda impostato con The Wondershaper digitando il comando con questa sintassi wondershaper clear [interfaccia], che, se avete impostato il limite alla rete Wi-Fi come da esempio diventerà wondershaper clear wlan0, rimuoverete il filtraggio della banda (usate sudo se siete su Ubuntu, Debian o simili), per vedere se Wondershaper è attivo su una determinata interfaccia la sintassi del comando è semplicemente wondershaper [interfaccia], non ci sono altre opzioni per utilizzare questo script/software.

Prima di limitare l'utilizzo della banda con Wondershaper, con il computer con il quale limiterete la banda ad un'interfaccia di rete, consiglio di:

  • Andare su SpeedTest e premere "preferenze" in alto a destra;
  • In fondo la pagina impostare "Kilobits" e premere "salva" sempre in fondo la pagina;
  • Portarsi in alto la pagina e premere "esegui un test della velocità".

In questo modo saprete la velocità della connessione in Kb/s e potrete regolarvi sulla quantità di banda da limitare.

Concludo dicendo che, testando ed utilizzando The Wonder Shaper seppur si possieda banda a sufficienza quella che si dedica ad un'interfaccia (la velocità effettiva, sopratutto in download) non è perfettamente come la s'imposta ma è meno, questo probabilmente causato dall'overhead di rete, se volete far navigare più veloce chi è connesso tramite quell'interfaccia potete aumentare del 20%/30% il valore che vorreste impostare su Wondershaper; dico anche che ho chiamato il programma in 3 modi diversi perché nei repository è chiamato in un modo nel nome ed in un altro nella descrizione e l'autore lo chiama in un altro, a parte questo, è un utile programma per Linux non vi pare?

Se non l'aveste nei repository da qui potete fare il download di The Wonder Shaper in sorgenti.

Thanks to image Taber Andrew Bain.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.