Velocizzare Linux usando meno Swap

Pubblicato da Yuri Carlenzoli | 22 novembre 2011

Ecco un semplice trick che permette di velocizzare Linux facendogli utilizzare meno swap, non diminuendone le dimensioni ma riducendone il suo utilizzo.

Velocizzare-Swap-Linux

La swap è essenziale per il corretto funzionamento del computer, qualsiasi sia il suo sistema operativo, se non essenziale è comunque molto utile nei casi la memoria fisica non sia più disponibile e si ha bisogno di altra memoria RAM, il problema è che la swap su disco è lenta, molto se si ha creato un file swap, in Linux è però possibile scegliere quando usarla.

Modificando un parametro del kernel, senza occupare la memoria RAM ad esempio per creare una partizione in memoria che servirà da swap, è possibile ritardare l'utilizzo della swap da parte del sistema, se infatti, automaticamente, di default, il sistema quando è al 60%/70% con la RAM piena comincia a "swappare", modificando il parametro swappiness è possibile dire al sistema di utilizzare la swap quando più memoria RAM è occupata.

Di default, in quasi tutte le distribuzioni, il parametro della memoria virtuale "swappines" è impostato a 60, per vedere com'è impostato il vostro basta che digitate cat /proc/sys/vm/swappiness così potete ripristinarlo o modificarlo se non foste contenti delle performance del computer dopo averlo modificato. Questo parametro può essere impostato in un valore compreso tra 0 e 100, più il valore è basso più lo swap aiuterà la memoria RAM quando è più utilizzata. Per impostare il valore desiderato bisogna metterlo nel file /etc/sysctl.conf, se non esiste basta che lo creiate.

In pratica se con il valore di default 60 la swap entra in funzione quando l'utilizzo di RAM è attorno al 60%/70% circa, impostandolo a 20 ad esempio entrerà in funzione quando la RAM è utilizzata al 70%/80%, nel file "/etc/sysctl.conf" per impostarlo a 20 basta che inserite una riga con il testo vm.swappiness = 20, al riavvio del sistema le modifiche avranno effetto. Senza riavviare il sistema per testare subito la configurazione in shell basta digitare sysctl -p.

Dico infine che questo trick per velocizzare Linux ovviamente è meglio che lo fa chi ha un buon quantitativo di memoria RAM, e, per fare tutto quello che ho scritto ovviamente bisogna fare l'accesso come root.

Thanks to image Eldar_.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.