Come Identificare Keywords Brand con Google Analytics

Pubblicato da Yuri Carlenzoli | 04 marzo 2013

Ecco come fare un segmento avanzato per identificare le parole chiave riguardanti un brand o personal brand con Google Analytics, si potrà fare molto analizzandole.

segmento-avanzato-brand-analytics

Oltre per il fatto che è gratuito, di suo molto approfondito e ben documentato una gran qualità di Google Analytics confronto ad altri strumenti di web analytics è la personalizzazione, non necessariamente bisogna farla ma è indispensabile se si vuole analizzare qualcosa di "unico", ad esempio, correlato ai brand od al personal brand.

Google Analytics è impensabile che di suo monitori e mostri le statistiche di tutti i marchi, nomi di aziende o nomi di persona (brand e personal brand), se lo si vuole fare però non è assolutamente difficile, se non siete capaci a farlo leggendo questo articolo potrete imparare a farlo creandovi un segmento avanzato, può essere molto utile.

Come fare il segmento avanzato per monitorare brand e personal brand

La realizzazione del segmento che permette di mostrare soltanto le parole chiave riguardanti un brand/marchio aziendale od un personal brand di avanzato non ha niente a parte il nome, è estremamente semplice farlo:

fare-segmento-brand-analytics

Dopo aver selezionato un profilo di Google Analytics nella homepage dello stesso, semplicemente premendo la voce "segmenti avanzati" e premendo "+ Nuovo segmento avanzato" potrete crearlo, esso dovrà essere impostato come l'immagine qui sopra, ovvero in modo tale da includere solo determinate parole chiave tramite un espressione regolare, la quale ad esempio per monitorare il brand "X", il prodotto "XX" e la parola chiave "XXX" che è parte del nome del dominio sarà semplicemente X|XX|XXX.

Possibili utilizzi del segmento avanzato per brand o personal brand

Dato che non tutti sanno a cosa può essergli utile un segmento avanzato per Google Analytics per monitorare un brand, sopratutto dato che è un trend recente può essere sconosciuta l'utilità di monitorare il personal brand, fare degli esempi con dei possibili utilizzi reali non è una brutta idea, un paio li scrivo di seguito.

Un'azienda o comunque un sito internet un utilità di monitorare le visite al proprio sito web con le "keywords branded" la possono avere per scoprire la percezione dei brand che hanno gli utenti, ovvero, dato che su Google Analytics verrà mostrata non unicamente la parola chiave contenente la parola che è stata messa nell'espressione regolare ma anche altre lettere prima o dopo si potrà sapere se le persone cercano cose belle o non belle, e se cercassero cose non belle riguardanti un brand farle arrivare sul sito internet dello stesso è un bene, si possono spiegare o comunque, anche se non è semplice, si può cercare di trasformare la percezione del brand.

A parte per dimostrare che si è delle "brave persone" rispetto a quello che si fa online, cosa che potrebbe essere l'equivalente della percezione del brand, analizzare con Google Analytics le keywords branded come fonte di traffico per monitorare il personal brand può essere utile ad esempio per vedere in che misura si riesce a promuovere la propria popolarità rispetto quello che si fa, per fare un esempio banale, se io facessi il consulente per aiutare webmaster con Google Analytics, nel vedere più visite dai motori di ricerca con le chiavi "Yuri Analytics" sarei contento, sia perché le persone mi riconoscono come esperto del settore sia perché lo fanno i motori di ricerca, se ne vedrei poche o nessuna potrei decidere di migliorare il sito internet e/o i servizi offerti.

Concludo dicendo che i possibili utili utilizzi dell'analisi delle keywords branded sono molti altri, se vuoi aggiungine uno anche tu commentando questo articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.