File Manager per Android: QtADB; per Linux e non Solo

Pubblicato da Yuri Carlenzoli | 05 ottobre 2013

QtADB è un file manager per gestire dispositivi Android dal computer, funziona su Linux, Windows e Mac, presentato per Linux perché molto completo per questo S.O..

QtADB

Non solo per scambiare dati quali fotografie e video con il computer per fargli quindi un backup, ma anche per gestire i files di sistema di Android, le applicazioni, inviare SMS, fare screenshot ed altro i normali file manger in dotazione con i dispositivi possono essere inutili, comunque pesanti, e per Linux non ci sono, anche se ci sono applicazioni per gestire Android grazie a QtADB molto semplicemente si potrà gestire Android da Linux totalmente, files, applicazioni, screenshot ed altro, con un'interfaccia molto comoda.

Anche se in questo blog è già presentato Android Commander per Linux, al contrario della versione per Windows che è perfettamente funzionante e molto completa il suo sviluppo è fermo e mancano un bel po di caratteristiche, una valida alternativa, migliore, è QtADB, un file manager per Android e Linux semplice e comodo da usare e ricco di caratteristiche.

Caratteristiche e requisiti di QtADB

Che QtADB sia un gestore di file per Android da usare su Linux e non solo sicuramente si è capito, le caratteristiche del programma però sono altre, semplicemente navigando tramite la parte sinistra dell'interfaccia del software sarà possibile:

  • Copiare, rimuovere e creare files e directory su Android dal computer;
  • Installare e rimuovere applicazioni presenti sul dispositivo Android, creare backup e ripristinarli, (anche) tramite Linux, semplicemente;
  • Leggere, inviare e ricevere SMS dal desktop se Android è connesso al computer;
  • Usare la shell in Android, da Linux (o Windows/Mac) semplicemente;
  • Fare screenshot e salvarli sul computer tramite il programma senza il bisogno d'installare applicazioni, comodo per fare tutorial;
  • Entrare in fastboot od in recovery ed usarne tutte le caratteristiche di entrambi;
  • Riavviare il dispositivo normalmente, in recovery od in fastboot;
  • Visualizzare i log del dispositivo.

Purtroppo per utilizzare la funzionalità di QtADB la quali permette di leggere inviare ed essere avvisati della ricezione di SMS sul desktop occorre installare un'applicazione (gratuita) sul dispositivo, e, da come ben si capisce guardando le caratteristiche del software, i requisiti sono che sul dispositivo dev'esserci installato busybox, serve anche che sia stato fatto il root, oltre a questo serve solamente un files (adb) presente nell'SDK di Android e 5 minuti per scrivere la regola di UDEV, questo su Linux ovviamente.

Come usare QtADB su Linux

Oltre perché lo presento per Linux dato che alternative valide di file manager per Android ce ne sono veramente poche, anche perché il software è stato testato personalmente con Ubuntu Linux, un semplice tutorial che dice come usare il programma su questo sistema operativo è obbligatorio.

La prima cosa da fare, anche in concomitanza al download del software è quella di scaricare l'SDK di Android per l'architettura della vostra distribuzione, nel link presente in questo articolo oltre scoprire come usare Android sul PC troverete anche il link per il download, andrà scaricata la versione di dimensioni maggiori.

Fatto questo dopo aver scaricato ed estratto sia QtADB che l'SDK di Android, nella directory dov'è presente l'eseguibile di QtADB (non va installato il programma, è molto comodo) bisogna copiare il file eseguibile adb presente nella directory /platform-tools/ che è presente nell'SDK di Android.

Ora è possibile aprire il terminale e digitare gksudo gedit /etc/udev/rules.d/51-android.rules per poter creare la regola di UDEV, senza riscrivere come fare, nell'articolo dove ho spiegato come installare APK sull'emulatore di Android ho detto come farlo, ovviamente il file andrà salvato dopo che è stata creata ed inserita la riga di codice.

Una volta creata la regola di UDEV per il vostro dispositivo, se, dopo aver collegato il dispositivo Android attivando il debug USB attivandolo nelle impostazioni delle applicazioni (testato tramite USB, va anche in Wi-Fi), esservi posizionati nella directory di QtADB digitando sudo ./adb shell busybox ls -l -a vi verranno mostrati i files della ROM di Android il programma è pronto per essere eseguito e funzionerà bene, con la shell, sempre posizionandosi dalla directory dov'è presente l'eseguibile digitando sudo ./QtADB il programma si avvierà e sarà presente il file manager per Android e non solo.

Concludo dicendo che l'unico difetto di QtADB è che per poter inserire l'eseguibile di adb bisogna scaricare circa 500 MB di SDK, altri difetti non ce ne sono, può ritenersi un software essenziale se si usa sia Linux che Android, v'invito a provarlo e far sapere ad altre persone come vi sembra commentando (o condividendo) l'articolo.

Da qui potete fare il download di QtADB in tutte le sue versioni e dell'APK che permette di utilizzare la fnzionalità di ricezione ed invio di SMS.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.