PyLoad, Ottimo Downloader in Python per Linux

Pubblicato da Yuri Carlenzoli | 07 settembre 2011

PyLoad è un software che fa scaricare da free file hosting, può farlo da interfaccia grafica, interfaccia web tramite browser anche da remoto o riga di comando.

pyLoad-interfaccia-web

C'era una volta l'interfaccia web per scaricare da remoto e gestire i download con eMule, poi è stata fatta quella di uTorrent o comunque dei clienti torrent e PyLoad è la prima interfaccia web per gestire i download che si fanno da free file hosting, già questa è una caratteristica di tutto rispetto ma ve ne sono molte altre.

Dopo aver detto la caratteristica più interessante di PyLoad necessariamente devo dire anche che PyLoad non funziona solo si Linux ma anche su Windows, Android (ideale per controllare da remoto i download) e può persino essere installato sui router, sono supportati la maggior parte di Router Asus, le Buffalo Linkstation v3 e vari NAS, ciò permette di scaricare i files su hard disk USB senza tenere acceso il computer, ovviamente il router richiede la porta USB ed il firmware modificato.

Tornando a parlare di PyLoad il quale lo presento per Linux perchè anche se scritto in Python quindi funzionante anche su altri sistemi in linux si riesce ad installare più facilmente visto che bisogna soddisfare delle dipendenze ed anche perchè un server/muletto con linux è ideale. Come molti altri questo programma permette da scaricare dai più famosi siti di free file hosting quali 4shared, DepositFiles, Easyshare, Fileserve, Megaupload, Hotfile, Zshare e molti altri, sono supportati anche siti di video hosting/sharing persino Youporn.

Con PyLoad se è possibile scaricare come utenti free e da tutti i web hosting di file supportati su qualcuno è inoltre possibile anche scaricare con le credenziali, ovvero come utenti premium:

PyLoad-Aggiungere-Utente-Premium

Installare ed usare PyLoad è semplice, per installarlo dai sorgenti basta estrarre l'archivio che si scarica, entrare tramite shell in esso e digitare python pyLoadCore.py -s, la prima cosa da scegliere anche se si potrà modificare poi è la lingua, quando verrà chiesto digitando it e premendo invio s'imposterà l'italiano, verranno controllate le dipendenze che permettono di stabilire connessioni sicure, risolvere automaticamente il captcha (tesseract), e, se vengono o non vengono trovate tutte le dipendenze viene riferito, l'installazione si fermerà automaticamente, si potranno installare tutte le dipendenze tramite il gestore dei pacchetti della propria distro oppure si potrà continuare ad installare PyLoad.

Usare PyLoad non è difficile, per usare l'interfaccia web basta digitare il comando python pyLoadCore.py, si dovrà creare un nuovo utente tramite la shell con il comando python pyLoadCore.py -u ed inserendo tramite la barra dell'indirizzi del browser l'url http://localhost:8001/ si potrà gestire PyLoad, creare nuovi utenti con i permessi che si vuole, e, per impostare il programma manualmente si dovranno modificare i file ".conf" presenti nella directory nascosta ~/.config/pyload presente nella home dell'utente.

Visto che si possono aggiungere utenti a PyLoad si può intuire che questo programma non solo può trasformare il proprio computer in un "muletto condiviso" o server locale per la LAN ma si potrà anche installare su server linux per offrire questo servizio.

Se non l'aveste capito, dato che, almeno tramite sorgenti bisogna sempre posizionarsi nella directory estratta per avviare PyLoad essa non dev'essere eliminata; consiglio di posizionarla nella cartella OPT su linux così non la cancellerete per sbaglio.

Da qui potete fare il download di PyLoad server ed è riportato il link per scaricare il client per Android.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.