Ntfsfix, Scandisk di Windows da Linux

Pubblicato da Yuri Carlenzoli | 22 settembre 2011

Ntfsfix è un software che grazie a linux permette di controllare le partizioni NTFS di Windows, può evitare di formattare e far reinstallare windows.

Ntfsfix

Mole volte, problemi che generano le schermate blu della morte (BSOD) su Windows o comunque non fanno funzionare bene il computer sono generati da errori nel filesystem, come ho detto nel post dove dico come riparare il MFT si possono risolvere con il CD d'installazione di windows (XP in quel caso), se non lo si possiede tramite Ntfsfix è possibile tentare di riparare gli errori più comuni quindi evitare di formattare, reinstallare il sistema e probabilmente si evita anche di perdere dati.

Prima di dire il semplice comando che permette di usare Ntfsfix è giusto dire quello che dice la pagina di man di Ntfsfix stesso, ovvero, che non è il chkdsk di windows eseguito da linux ma è un'utility che consente di risolvere alcuni problemi comuni che ha il filesystem NTFS, e, riavviando il sistema, eseguendo il boot dalla partizione di windows se ve ne sono più di una oppure avviando normalmente il computer se si utilizza una live CD/USB come ad esempio Slax per eseguire Ntfsfix, verrà fatto un controllo di coerenza del disco da parte di windows, ovvero verrà poi eseguito lo scandisk di windows dal sistema operativo Microsoft.

Usare Ntfsfix è molto semplice, basta digitare:

umount /dev/XXXX

per smontare la partizione di windows e:

ntfsfix /dev/XXXX

Per utilizzare Ntfsfix. Se avete Ubuntu dovrete anteporre il comando sudo in entrambi i comandi elencati oppure avere i permessi necessari, al posto delle quattro ics (XXXX) ovviamente dovrete digitare il nome della partizione NTFS.

Se sapete poco e niente di Linux utilizzando Gparted oppure semplicemente digitando more /etc/fstab potrete visualizzare la partizione NTFS di Windows da linux quindi riconoscerla :

Individuare-Partizione-NTFS-Linux

Concludo dicendo innanzitutto che quello che ho scritto è stato testato (da Linux ad XP) ed è funzionante, non ho fatto illusioni nel dire che sicuramente riparerà Windows se è corrotto il filesystem ma probabilmente lo farà, e, anche se è scontato dico che con la dovuta manutenzione (scandisk, defrag, ecc.) attualmente io è più di 2 anni che ho installato XP; prima formattavo al massimo ogni due mesi, devo dire anche che ho imparato ad usarlo/trattarlo così facendo, non è stato del tutto un male formattare così spesso, l'importante è che non rompiate l'hardware 😉 .

Se per caso non aveste nei ntfsfix come comando dovrete installare il pacchetto "ntfsprogs", se non lo trovate nei repository da qui potete fare il download dei sorgenti di ntfsprogs.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.