Mention: Monitora chi Parla di Te su Internet

Pubblicato da Yuri Carlenzoli | 14 febbraio 2013

Mention è un tool online per vedere se si viene menzionati o se viene menzionato un argomento, su internet, molto utile per monitorare personal brand e brand.

Mention

Oltre che per uso professionale, monitorare i brand od il brand personale può interessare tutte le persone, sapere cosa viene detto da altri riguardo noi su internet però non è una cosa banale vista la vastità della rete, Mention permette di vederlo semplicemente, inoltre sarà possibile monitorare anche cose che interessano, determinati argomenti, o, per chi è più professionale determinate keywords/keypharse.

Oltre per il fatto che accedendo alla dashboard di Mention è possibile visualizzare le menzioni ordinate in base la sorgente, per data e perché permette di vedere se una menzione ne ha generate altre (analizza anche cos'è virale!), anche se con tool online semplici da usare e molto più utilizzati come ad esempio Google Alerts è possibile monitorare anche altre cose, un gran pregio di Mention è che, oltre essere presente sotto forma di applicazione per dispositivi mobili è anche un software per monitorare il proprio brand/personal brand o gli argomenti che interessano, in base il sistema operativo con cui si accederà a Mention verrà offerto il download della versione apposita:

Software-Analize-Mention

Come usare Mention e cosa può fare

Potrebbe sembrare illogico dire di nuovo cosa permette di fare Mention, infatti non lo farò, precisare che la versione gratuita ha meno funzionalità è però cosa doverosa, quindi è giusto dire che la versione gratis di Mention permette di monitorare un massimo di 3 alerts, che sarebbero le "chiavi di ricerca" che si vuole monitorare, il proprio nome e cognome, il nome della propria attività, ecc. fino ad un massimo di 5000 menzioni in un mese e lo storico è anch'esso attivo soltanto per un mese, si potrà comunque esportare od annotare.

Dopo aver detto questo suggerire di non monitorare argomenti troppo di trend o con troppe menzioni, come ad esempio delle parole chiave è anch'esso doveroso per non farvi consumare subito tutti i "crediti di alerts", che, comunque, se s'invitano persone ad usare Mention vengono aumentati.

Riguardo le funzionalità di Mention, prima di dire com'è semplice usarlo ci tengo a dire che è anche possibile collegarlo agli account di Facebook e/o Twitter, non si vedranno solo le menzioni ma anche le condivisioni, i mi piace, ecc., in tempo reale.

Dopo essersi registrati su Mention anche con l'account di Facebook, Twitter, Google ed altri e dopo aver fatto l'accesso, per fare nuovi alerts basta solamente premere il bottone blu a forma di + (più) in altro a sinistra nell'interfaccia e come minimo bisogna impostare il nome dell'alert, le parole chiave da monitorare e scegliere in quali lingue monitorare le menzioni (la versione free può analizzare 5 lingue al massimo), è però possibile scegliere se monitorare dei termini simili, sempre nello stesso alert o se escluderne altri:

Come-Impostare-Mention

Premendo "Next Step" si potrà decidere quali sorgenti devono generare alerts (siti di videosharing, blogs, siti internet, news, ecc.) e si potranno decidere altre opzioni, non necessarie ma molto utili come ad esempio il filtro di URL, se si vuol monitorare una keyword che è ad esempio il nome del proprio brand/personal brand e sul blog aziendale/personale tutte le volte che si scrive un articolo il nome viene visualizzato sarebbero alerts sprecati.

Oltre essere semplice da usare Mention è funzionale e ricco di funzionalità, un ottimo tool per monitorare la rete con semplicità, non trovate?, provatelo e condividete la vostra esperienza commentando l'articolo.

Da qui potete registrarvi su Mention.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.