Linux Process Explorer, come Sysinternals Process Explorer

Pubblicato da Yuri Carlenzoli | 26 febbraio 2014

Linux Process Explorer è un tool per Linux che mostra informazioni dettagliate sull'utilizzo di risorse dei processi, non solo RAM e CPU, eseguibili, porte di rete TCP/IP ed altro.

Linux-Process-Explorer

L'amministrazione di sistema, anche per chi è pratico, senza il bisogno di utilizzare comandi/tools da shell come ad esempio Htop oppure con top per vedere i processi più avidi di risorse può essere tranquillamente fatta con tools grafici, comodi ed a volte completi, Linux Process Explorer è sia un comodo che completo monitor per vedere nel dettaglio cosa fa ogni singolo processo di sistema.

Utilità e caratteristiche di Linux Process Explorer

Praticamente, tramite una comoda interfaccia grafica con Linux Process Explorer anche gli utenti di Linux con più esperienza avranno tutte le caratteristiche di top e ps, e, sia utenti avanzati che non potranno gestire semplicemente i processi di sistema tramite l'interfaccia e vederne più informazioni.

Le informazioni riguardanti un processo da Linux Process Explorer oltre che molte, interessanti ed utili sono anche mostrate in un modo particolare, prima di dire quale è giusto però dire cosa viene mostrato da Linux Process Explorer:

  • L'albero dei processi;
  • Le connessioni TCP/IP che ogni singolo processo instaura;
  • L'utilizzo della memoria, del disco e della CPU di ogni singolo processo;
  • Le variabili locali utilizzate;
  • Altro.

Tra le altre cose che mostra Linux Process Explorer la cosa probabilmente più interessante per tutti, siano normali utilizzatori del computer, sviluppatori oppure smanettoni è il grafico delle performance del singolo processo:

Dettagli-Linux-Process-Explorer

Oltre permettere di togliersi delle curiosità il grafico delle performance di ogni singolo processo mostrato con Linux Process Explorer può essere molto utile, lo sviluppatore del software riferisce che gli amministratori di sistema potranno usarlo per analizzare a livello di processo tutto quello che succede su di un server di produzione e gli sviluppatori potranno usarlo per vedere le perdite di memoria (memory leak) causate dal programma.

Personalmente questa caratteristica di Linux Process Explorer la trovo molto utile anche per qualsiasi normale utilizzatore, per valutare due programmi diversi ma con le stesse caratteristiche può essere utile, e vederlo è molto semplice, Linux Process Explorer non si deve neanche installare.

Per poter usare Linux Process Explorer, dopo averlo scaricato, lo si estrae e facendo doppio click sul file procexp.sh dovrebbe venirvi proposta l'opzione di avviare il programma, se così non fosse entrando con la shell nella directory dov'è presente quel file vi basterà digitare ./procexp.sh, anche se i permessi sono correttamente settati se ancora non vi funzionasse controllate che sia eseguibile il file e/o che state utilizzando un utente con i permessi necessari, semplice come l'omonimo software per Windows presente nella Sysinternals Suite ma più completo.

Da qui potete fare il download di Linux Process Explorer, dopo averlo provato fate sapere ad altri come vi sembra commentando o condividendo l'articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.