Kazam, Forse il Miglior Tool per Fare Screencast su Linux

Pubblicato da Yuri Carlenzoli | 08 marzo 2013

Kazam può essere definito il miglior programma per Linux per fare screencast, ovvero per registrare il desktop, è semplice da usare e funziona benissimo.

Kazam-Screencaster

Prima di presentare Kazam la doverosa premessa che devo fare è che, siccome odio i titoli "sensazionali" e penso non siano utili neanche per chi legge, come ho fatto per CamStudio, dicendo che per ora è il mio software preferito per registrare video del desktop su Windows e ne consiglio caldamente l'utilizzo, anche Kazam lo definisco (forse) il miglior tool per registrare video del desktop su Linux però ne indico anche i motivi.

I motivi per cui, per il momento, mi fanno ritenere Kazam il miglior programma per registrare video dl desktop con Linux sono sicuramente condivisibili dalla maggior parte di persone che usano Linux dato che non registro molti video del desktop e non sono un esperto di composizione di video, quindi, i pregi migliori di Kazam sono l'immediatezza di utilizzo e la semplicità di usarlo, oltre a questo però devo dire che funziona davvero molto bene, i video risultano fluidi ed ha delle caratteristiche molto interessanti.

Caratteristiche di Kazam e come usarlo

Tra le caratteristiche tecniche più interessanti di Kazam sicuramente vi sono i formati di output dei files video che riesce a fare, nel momento in cui scrivo sono solo 3 ma sono il webm, l'avi e l'mp4, non solo "alla moda" perché tra gli ultimi formati video disponibili ma anche dotati di alta qualità ed allo stesso tempo l'elevata compressione.

Le caratteristiche di Kazam legate ad un programma che deve registrare screencast sono poche, infatti si può scegliere se selezionare un'area da registrare, una finestra oppure l'intero desktop, è possibile però anche selezionare la sorgente video e quella audio d'ingresso, utile per chi ha più monitor e per chi ha il microfono e vuole registrare la propria voce oppure se vuol far sentire i suoni del computer.

Usare Kazam è semplicissimo:

Innanzitutto però, prima di usarlo Kazam bisognerà installarlo, è disponibile in sorgenti oppure c'è nei repository, se aveste Ubuntu, dato che l'ho installato personalmente vi consiglio di aggiungere il suo PPA dato che, almeno nel momento in cui scrivo, nei repository è presente una vecchia versione per farlo dovrete digitare solo sudo add-apt-repository ppa:kazam-team/stable-series per aggiungere il PPA, sudo apt-get update per aggiornare i pacchetti dei repository locali e sudo apt-get install kazam per installarlo.

Una volta installato Kazam per registrare un video del desktop basta solo avviare il programma, premere "Registra" oppure "Record Region" in base si vuole registrare tutto quello che passa sul desktop oppure solo un'area dello stesso e premere "Finish Recording" per finire la registrazione, ovviamente si potrà anche mettere in pausa, tutte le altre opzioni sono da modificare solo se si vuole ma già così va bene.

Una volta finito di registrare il video con Kazam verrà chiesto se lo si vuole editare con un programma di video editing che si ha installato o se lo si vuole salvare, se lo si salva verrà automaticamente salvato nella directory contenente i video dell'utente con il quale si sta usando il computer, Kazam è davvero pratico da usare e fa dei bei video, provatelo e condividete il vostro parere commentando l'articolo.

Da qui potete fare il download di Kazam in sorgenti, installando Kazam tramite il PPA ufficiale verrà aggiornato spesso, è per quello che qualche piccola caratteristica può essere diversa da quanto riferito in questo articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.