Come Identificare i Problemi di Penalizzazioni Algoritmiche

Pubblicato da Yuri Carlenzoli | 07 aprile 2013

Ecco il metodo più semplice per identificare i problemi di un sito internet quindi uscire prima dalle penalizzazioni algoritmiche dei motori di ricerca, non solo di Google e non solo di uno specifico algoritmo.

Causa-Problema-Penalizzazioni-Algoritmiche

Anche chi ha un sito internet non da molto tempo, se non lo gestisce esclusivamente a scopo amatoriale, ma s'interessa della sua salute sui motori di ricerca, avrà sicuramente letto vari articoli riguardo ad esempio gli algoritmi "Panda" oppure "Penguin", questi due nomi in codice sono solo due algoritmi di Google, ce ne saranno moltissimi di cui s'ignora l'esistenza.

Sia che non s è sicuri di aver perso traffico causa un aggiornamento dell'algoritmo oppure se si ha la certezza di aver subito una penalizzazione algoritmica, anche se sicuramente il lavoro da fare per ripristinare la (quasi) totalità del traffico perduto sarà lungo, identificare il problema nel dettaglio può essere molto semplice.

Con Analytics è facile Individuare i problemi che causano penalizzazioni

Come ho fatto intendere poco fa in questo articolo non tratto di come effettivamente risolvere un problema dato che non parlo di un determinato algoritmo ma come individuarne con certezza le cause, Google Analytics è un ottimo strumento che permette di farlo dato che mostra le visite provenienti dai motori di ricerca, le parole chiave e le pagine che sono state viste, inoltre è gratuito e molto utilizzato.

Per individuare il problema della diminuzione di visite, dovute da un aggiornamento algoritmico o comunque una diminuzione di visite provenienti dai motori di ricerca tramite Analytics, bisognerà, per prima cosa tramite il menu di navigazione di Google Analytics andare nella sezione "Sorgenti di traffico -> Sorgenti -> Ricerca -> Risultati organici".

Dopo che è stato accertato che è colpa di un algoritmo la causa di perdita di visite, se ad esempio questo algoritmo è il "Panda 24", rilasciato il 22 Gennaio 2013, con Analytics si andrà ad analizzare la differenza delle visite per due settimane, da una settimana prima il lancio dell'algoritmo, e, per due settimane da una settimana dopo il lancio, ovvero il periodo che va dal 30 Gennaio al 13 Febbraio confronto il periodo che va dall'1 al 14 Gennaio, questo range temporale va bene per la maggior parte dei periodi dell'anno:

Parole-Chiave-Analytics-Vedere-Differenze

I dati offerti da Analytics vanno abbastanza bene così ma bisogna aggiungergli qualche dettaglio, e, per comodità si esporteranno, così, se serve l'utilizzo di altri tools SEO si avranno già i dati in locale, la prima cosa da fare è quella di aggiungere l'informazione della pagina di destinazione, basta premere "Dimensione Secondaria" e selezionare "Pagina di Destinazione", se avete molte pagine non è un male che selezionare un numero maggiore di righe da mostrare, questo è in fondo la pagina, poi, tornate in alto e premendo "Esporta" selezionate "CSV":

Aggiungere-URL-Parole-Chiave-Analytics-Esportare

Ora che avete il file delimitato da virgola contenente tutto quello che serve per individuare la causa della penalizzazione e dove intervenire per migliorare il sito internet, dopo aver aperto il CSV con Excel o con qualsiasi altra suite office (io ho usato LibreOffice), per analizzarlo più facilmente, si andrà a creare una nuova colonna intestandola come si vuole nella cella I7 ed in essa saranno contenute le percentuali di differenza di visite.

Per calcolare la percentuale della differenza delle visite basta portarsi nella cella "I8", selezionarla, digitare =(D8-D9)/D8 e poi premere invio, si farà lo stesso anche con la cella "I10" ed "I12", ovviamente andrete a cambiare anche il numero delle celle nelle formule.

Fatto questo, per non scrivere troppo, e siccome serve scrivere 3 volte per "addestrare" questo foglio di calcolo, selezionate la cella dalla "I9" alla "I12" e poi trascinate tramite l'angolo in basso a sinistra dell'area selezionata la stessa, nella stessa colonna fino alla riga dove avete i dati:

Percentuale-Differenza-Visite-Foglio-Di-calcolo

Dopo aver selezionato la colonna "I" ed aver scelto di formattarne i numeri in percentuale avrete fatto il vostro "foglio di calcolo SEO anti penalizzazione", avendo a disposizione la differenza in percentuale delle visite, correlata  con le parole chiave d'ingresso, le pagine di destinazione ed altri fattori più marginali, in bella mostra, si capirà/capiranno più alla svelta il problema od i problemi, quel foglio di calcolo insieme ad altri strumenti vi sarà molto utile per apportare le opportune modifiche.

In questo articolo non voglio andare Off Topic con questo tutorial e dilungarmi troppo, come identificare i problemi è stato detto abbondantemente, seguite il blog che oltre a quanto detto in questo articolo e quello già presente nel blog stesso verrà detto altro sull'argomento in futuro, voi, avete qualcos'altro da aggiungere e/o da condividere?

Thanks to first image Thos003.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.