GpsPrune: Visualizzare e Modificare Files di Navigazione GPS

Pubblicato da Yuri Carlenzoli | 16 dicembre 2013

Visualizzare, modificare, salvare ed anche convertiti file di navigazione satellitare per navigatori GPS, Google Maps o Google Earth con GpsPrune è semplice e comodo, su Linux e non solo.

GpsPrune

Avere a che fare anche giornalmente con navigatori GPS se per lavoro ci si sposta è plausibile, voler vedere, fare, modificare le mappe lo è altrettanto, per tutti, non solo per chi usa per lavoro i navigatori satellitari dato che ogni smartphone e tablet anche economico ha il GPS.

Inoltre, anche se qualcuno non avesse il GPS è possibile accedere alle mappe tramite servizi web quali Google Maps o software quali Google Earth, tramite questi si possono anche esportare mappe contenenti punti d’interesse (POI) e/o percorsi (tracks), tramite GpsPrune si possono visualizzare tramite il computer, fare mappe con POI o tracks, modificarle se si vuole ed anche convertire.

Caratteristiche ed utilizzo di GpsPrune

Innanzi tutto la doverosa premessa da fare è che tra le caratteristiche di GpsPrune c’è anche il fatto che è un software multipiattaforma e che non è funzionante solo su Linux, però, visto che per Windows software che permettono di elaborare facilmente i dati di GPS si trovano più facilmente, e che servizi web per convertire online file di mappe sono altrettanto comuni è giusto presentare GpsPrune per Linux.

Dopo la premessa va detto cosa fa GpsPrune, in pratica è solo un comodo editor di file GPX, KML, KMZ e NMEA, permette di visualizzarli, modificarli ed esportarli nel formato desiderato, non richiede particolari dipendenze ma solamente Java.

Dopo aver scaricato da Google Maps, Earth, aver esportato le mappe/i dati in formato GPX dal navigatore ed averli importati in GpsPrune, oltre a vedere i punti sulla mappa, la quale è possibile scegliere quella desiderata, anche Google Maps, si potranno modificare le coordinate semplicemente, i titoli e le descrizioni che appariranno sul software/servizio web di navigazione o sul navigatore e si potranno esportare anche con formato diverso da quello importato.

Tra le caratteristiche di GpsPrune non scontate vi sono anche quella che permette di esportare le mappe sul computer come immagini, quella che permette di inviare/esportare dati al/dal navigatore GPS, la possibilità di visualizzare in 2D, utile con i percorsi i quali hanno impostate le altimetrie ed anche quella che è possibile inserire immagini nelle mappe e su punti (POI) creati o modificati, queste caratteristiche lo possono rendere utile anche per utilizzi più professionali, anche per la promozione, e non si dovrà pagare licenza alcuna per usare il software, è free ed Open Source.

Vista l’interfaccia grafica presente anche in italiano l’utilizzo di GpsPrune è inutile spiegarlo, per la maggior parte di persone che hanno una minima dimestichezza con il computer usarlo sarà uno scherzo, chi è meno pratico con l'utilizzo del computer in poco tempo imparerà ad usarlo, e, dato che è presente nei repository e le dipendenze vengono installate automaticamente anche l’installazione per Linux non necessita di spiegazioni.

Se non l’aveste nei repository oppure se usate Windows o Mac da qui potete fare il download di GpsPrune.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.