Come Pulire la Cache dei DNS di Sistema

Pubblicato da Yuri Carlenzoli | 08 dicembre 2012

Ecco com'è facile pulire la cache dei DNS di sistema su Windows, Linux e Mac, operazione a volte utile, anche per la sicurezza ed altre necessaria per poter navigare su vari siti internet.

Pulire-Flush-Cache-DNS

Se non si riesce a navigare su determinati siti internet o sul proprio, oltre la connessione che non va bene, e qui non c'è altro da fare che contattare l'assistenza del proprio ISP (il fornitore della rete) un motivo potrebbero essere le impostazioni della propria connessione ma non solo, anche le impostazioni dei server, però, prima di contattare l'assistenza ovviamente si controllerà il proprio computer, anche se vero che seppur minimamente si può navigare più veloce con la cache dei DNS, pulendo la cache dei DNS si verificherà anche se non è il server che ha cambiato impostazioni.

Perché e come pulire la cache dei DNS su Windows, Linux e Mac

Il primo motivo per cui è utile pulire la cache dei DNS è la diagnosi di problemi della propria connessione, un sito web infatti se aggiorna i propri DNS in cache ci sarebbero quelli vecchi, per questo motivo (o per altre ragioni) potrebbe non caricarsi, con un semplice comando si può vedere se la connessione va bene, ovviamente anche se si aggiornano i DNS del proprio sito o se lo fa il fornitore dell'hosting è doveroso farlo.

Il secondo motivo a mio avviso più utile per pulire la cache dei DNS ogni tanto è la sicurezza, seppur infatti si velocizza la navigazione con la cache dei DNS, è anche vero che, seppur minimo e paranoico dato che ci sono da tempo delle patch è un rischio per la sicurezza, se malintenzionati infatti eseguono un DNS cache poisoning si potrebbe subire phishing.

Ora vengo al dunque, su Windows, la cache dei DNS si svuoterà dopo essersi portati in "Start/Esegui" come amministratori di sistema e dopo aver digitato:

ipconfig /flushdns.

Per pulire la cache dei DNS su Ubuntu Linux (nelle nuove versioni) il comando da digitare è:

sudo /etc/init.d/dns-clean start.

Seppur non lo utilizzo quindi quanto dico adesso non è testato ma è utile per rendere completo l'articolo, per pulire la cache dei DNS su Mac OS X il comando da dare è:

dscacheutil-flushcache.

Concludo dicendo che la cache dei DNS di sistema potrebbe essere diversa da quella di programmi e/o browser, con Firefox ad esempio tramite Speed DNS potrete creare la cache dei DNS del browser per velocizzarlo, dovrete svuotare la cache del browser per navigare effettivamente con i nuovi DNS.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.