Atool, Estrarre e Gestire Archivi da Shell su Linux

Pubblicato da Yuri Carlenzoli | 14 agosto 2012

Atool è uno script per Linux estrarre praticamente tutti gli archivi e non solo, può gestirli aggiungendovi file, facendo il diff, cambiargli formato ed altro.

Atool

Gestori di archivi ce ne sono molti anche per Linux, aprono anch'essi tutti i tipi di archivi, qualcuno anche i file immagine ISO come ad esempio File Roller che ho di recente presentato, sono completi e semplici da usare, la semplicità di utilizzo del computer è comoda averla ovunque però, Atool ne garantisce molta a chi non è molto bravo con la shell ed è comunque comodo anche per chi ci sa utilizzare bene il terminale.

A volte infatti è necessario utilizzare la shell, ad esempio perchè si ha smanettato con il il server X e non parte oppure perchè si fa il login in modalità testuale, e sono solo due esempi, o, comunque, è più comodo utilizzarla anche per gestire gli archivi se la si sta già utilizzando, anche se sono presenti comandi specifici per aprirli e crearli, sia per chi non è abituato al suo utilizzo sia per chi lo è non c'è ombra di dubbio che memorizzare un solo comando per gestire gli archivi è più comodo e veloce che memorizzarne svariati, atool può essere il comando universale per gestire gli archivi.

In pratica si potrebbe paragonare atool alla versione per la shell di Linux di Universal Extractor, atool però non permette solamente di estrarli gli archivi, può anche crearli o comunque diminuire la dimensione dei files, vedere i files presenti in un archivio, vedere le differenze tra due archivi e cambiare il tipo di archivi.

Anche se atool sarebbero più comandi (aunpack, apack, als, acat, adiff e arepack), è possibile utilizzarne solo uno passandovi parametri, usare atool risulta quindi semplicissimo, ad esempio, per estrarre l'archivio "archivio.rar" basterà portarsi con la shell nella directory dov'è presente lo stesso archivio e digitare atool -x archivio.rar, al posto della ics (X) usando l'opzione -l si vedrà il contenuto dell'archivio, e, dopo aver installato il software digitando in shell man atool potrete vedere tutti i parametri disponibili e come usarli.

Concludo dicendo che la compatibilità di atool è molta, in pratica supporta tutti i tipi di archivi più utilizzati, siano essi pensati per Windows che per Linux, inoltre può estrarre non solo archivi ma anche pacchetti di software per Linux e file ".cab" di Windows.

Se non l'aveste nei repository da qui potete fare il download di atool in sorgenti e nei pacchetti .rpm e .deb, io l'ho testato installandolo dai sorgenti su Slackware, per installarlo basta solo digitare ./configure e make install, il software va benissimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.