AdSense Revenue Sharing in WordPress

Pubblicato da Yuri Carlenzoli | 28 febbraio 2009

Questo è un possibile metodo per implementare manualmente senza plugin il revenue sharing di adsense in un sito/ blog basato su wordpress.

adsense-revenue-sharing-php-wordpress

Il motivo per cui fare il revenue sharing in un blog è semplice, se è un blog multi autore s'invogliano gli scrittori a scrivere contenuti di una qualità più elevata mentre se è un blog con un'unico autore si può valutare di mettere il revenue sharing per invogliare persone a scriverci o per entrambi usarlo come forma di pagamento.

Tralasciando il motivo che fa mettere il revenue sharing, che, chi è interessato a metterlo sa già bene a cosa serve, veniamo a come metterlo manualmente senza plugin in un blog basato su wordpress self hosted.

Come mettere l'AdSense Revenue Sharing manualmente in WordPress

Mettere il revenue sharing in wordpress non è per niente difficile, non richiede neanche sapere codice perchè con gli esempi che metto si capirà benissimo...si copia.

Innanzitutto si deve decidere le dimensioni del banner che si vuole, ipoteticamente si avranno 2 annunci adsense 300x250 per ogni post e quello inferiore è per il revenue sharing, il codice degl'annunci adsense è:

<script type="text/javascript"><!--
google_ad_client = "pub-XXXXXX";
google_ad_width = 300;
google_ad_height = 250;
google_ad_format = "300x250_as";
google_ad_type = "text_image";
google_ad_channel = "";
google_color_border = "XXXX";
google_color_bg = "XXXX";
google_color_link = "XXXX";
google_color_text = "XXXX";
google_color_url = "XXXX";
//--></script>
<script type="text/javascript"
src="http://pagead2.googlesyndication.com/pagead/show_ads.js">
</script>

Questo codice può essere tranquillamente utilizzato da tutti, nel campo google_ad_client ci andrà l'autore del post, per ora ignoratelo, le tre linee consecutive sono il formato dell'annuncio...le dimensioni, il campo google_ad_type può essere "text" per annunci di testo, "text_image" per testo e immagini e "image" per sole immagini, il campo google_ad_channel nel metodo che faccio vedere adesso deve restare per forza vuoto, quindi niente targeting, se si filtrano gl'annunci adsense bene non si avranno brutti annunci.

I campi successivi sono rispettivamente il colore dei bordi, il colore dello sfondo, del link (in alto), del testo e dell'url. Qui ci va il colore che volete in HEX, se usate windows per sapere facilmente il colore in HEX potete usare ColorCop od un qualsiasi programma di fotoritocco aprendo la tavolozza dei colori, su linux aprite la tavolozza di gimp scegliete il colore e ve lo dirà (non va messo l'asterisco).

Adesso che l'annuncio è settato bisogna mettere nel campo google_ad_client il PUB diverso per ogni autore del blog, bisogna fare una funzione in php che lo inserisce automaticamente, niente di difficile a voi basta copiare.

Sempre per ipotesi avete due autori oltre voi, si chiamano pippo e franco, bisogna solo aggiungere nel file functions.php del vostro tema che si trova in \wp-content\themes\NOME TEMA il codice:

<?php function get_ad_codes($author) {
if($author == 'pippo')
return 'pub-123';
elseif ($author=='franco')
return 'pub-456';
else
return 'pub-799';
} ?>

Ovviamente pub-123 sotto pippo sarà quello di pippo, sotto franco idem, invece l'ultimo è il vostro perchè l'autore non è ne pippo ne franco.

Adesso bisogna solo mettere il codice di adsense e fargli inserire il pub giusto, il codice di adsense potete metterlo nel tema oppure iniettarlo nel tema tramite Il plugin post layout di satollo visto che permette anche di inserire codice html, php, script, iniettandoli nel codice, prima, nel centro o dopo il post, molto semplice ed efficace, è quello che uso io e va benissimo, un ottimo plugin.

post-layout-adsense-revenue-sharing

Questo è il codice da inserire nel tema o in post layout:

<script type="text/javascript"><!--
google_ad_client = "<?php echo get_ad_codes(get_the_author());?>";
google_ad_width = 300;
google_ad_height = 250;
google_ad_format = "300x250_as";
google_ad_type = "text_image";
google_ad_channel = "";
google_color_border = "XXXX";
google_color_bg = "XXXX";
google_color_link = "XXXX";
google_color_text = "XXXX";
google_color_url = "XXXX";
//--></script>
<script type="text/javascript"
src="http://pagead2.googlesyndication.com/pagead/show_ads.js">
</script>

Ovviamente si dovranno personalizzare i colori prima di mettere il codice.

Per gli scettici ed anche per provare se funzionava, ho provato (tramite plugin), funziona!

funzionamento-codice-revenue-sharing

Se legge questo post satollo è un idea da implementare nel suo plugin 😉 .

Thanks to first image Will Lion.

13 commenti su “AdSense Revenue Sharing in WordPress

  1. Satollo

    Ti sei un po' complicato la vita inutilmente. 🙂
    Utilizzando post layout in fondo al pannello di opzioni noterai che c'è un tag speciale [author_aim] cher può essere usato nelle aree di testo dove inserire i codici.
    Basta dire agli utenti del blog di utilizzare il loro campo AIM (tanto che usa da noi l'AOL Instant Messenger) il loro codice di publisher google adsense e metterlo nel codice adsense:

    google_ad_client = "[author_aim]";

    Io ho usato questa tecnica negli ultimi due anni per supportare http://www.dopopranzo.net che era un blog multiautore che ho messo in piedi per alcuni amici... quindi... funziona! 🙂

    Però bisogna tenere presente una cosa: con le nuove versioni degli annunci adsense questo sistema non è più utilizzabile, perché ogno codice contiene il numero di ad-slot che è diverso per ogni utente.

    E' vero che il codice vecchio funziona ancora, ma non è integrato con Analytics, ovviamente se la cosa interessa!

    Sarebbe in ogni caso interessante recuperare tutti i vecchi codici AdSense per i vari formati... io mi sa che li ho perduti quasi tutti...

  2. yuri Autore del post

    Non dirmi inutilmente dai 🙂
    non ho dato per scontato che tutti utilizzassero post layout, per il google_ad_slot...è vero, ho copiato il primo codice adsense di un sito web, io uso ad manager, comunque l'importante è che funzioni, chi vuole smanettare un'attimo ci mette ancora 4 righe per avere anche analytics, non posso fare tutto io 🙂 .

    ciao satollo, grazie per la visita

  3. Satollo

    Nel caso di multi autore, se hai 3 blocchi (probabilmente di forma diversa) avrai anche 3x[numero autori] codici slot, cosa che complica notevolmente la gestione. Di fatti io odio profondamente il nuovo sistema di annunci di google :-).

  4. yuri Autore del post

    se ogni autore ha il proprio blocco con questo metodo dovrebbe semplificarsi la questione, basta metterlo in functions.php poi mettere l'echo nel tema o in post layout, così tutti hanno anche analytics 🙂 , sbaglio?

  5. Meme

    Ciao,

    chiedo scusa, ho un problema con post layout, infatti la funzione per inserire il codice al centro non funziona, voi che versione usate, quale può essere il problema?

  6. yuri Autore del post

    Io l'ultima, sempre l'ultima versione, di tutto 😉 , Satollo è lo sviluppatore del plugin.

    Ciao Meme.

  7. Paolo Leonardi

    Ciao,
    ma non inserire il google_ad_slot =
    cosa comporta? Solo l'integrazione con analytics ne risente?

  8. yuri Autore del post

    Ciao Paolo,
    è meglio metterlo perchè il google_ad_slot è una parte di codice di AdSense e Google non permette di modificare il suo codice, onde evitare il ban se devi fare il revenue sharing metti qualche riga in più di codice php che cambia anche l'ad_slot a seconda l'autore 😉 .

    Ciao!

  9. mstico

    Ragazzi con tutta la buona volontà ma non ci riesco ad associare lo slot ad ogni componente del mio blog...

    Con il metodo spiegato qui funziona...ma ho dovuto modificare il codice adsense...

    inoltre ho provato cosi:

    //HO INSERITO QUESTO PORTIONE IN FUNCTION.PHP (ma i nomi pippo ecc, sono i nick name con cui l'utente è registrato a wordpress?)

    //E QUESTA NELLA PARTE DOVE VOGLIO VISUALIZZARE LA PUBBLICITA'
    <!--
    google_ad_client = "";
    /* 234x60, creato 20/02/10 */
    google_ad_slot = "";
    google_ad_width = 234;
    google_ad_height = 60;
    //-->

    se utilizzo questo metodo mi si apre la homepage ma se cerco di entrare in un articolo mi carica la pagina solo fino al titolo dell'articolo e poi basta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.